E-commerce > Suggerimenti

Tag:, ,

Cosa potrei vendere nel mio ecommerce? - IMPRIMIS ecommerce

Con un mercato sempre più digital è nata nell’essere umano l’esigenza (o il sogno?) di espandersi on-line.
E se aprissi un ecommerce?“. Diciamo la verità: quante volte ci abbiamo pensato? Mille? Diecimila?
E allora proviamo a ragionare su cosa potremmo vendere nel nostro ipotetico negozio elettronico.
Con un occhio al portafogli… e uno al cuore.

Partiamo dai doveri: se vuoi aprire un ecommerce devi avere una strategia. Punto.

Il 90% delle start-up chiude entro 3 anni. Numeri alla mano, il sentiero è tortuoso e il traguardo lontano.
Quindi? La prima cosa da fare è analizzare il mercato, vedere se la tua idea ha un pubblico che la recepisca alla grande.

1. La tua invenzione serve a qualcuno?
2. Risolve un problema, un’esigenza?
3. Ha una sua nicchia di persone che farebbe carte false per averlo?

Bene, se hai risposto SI a tutte le domande sei pronto a contattare una web agency che realizzi il tuo sogno di conquistare il web.
Good luck!

Facciamo un passo indietro: come potresti scegliere il prodotto su cui puntare? Su che business sarebbe meglio indirizzarsi? E infine, è possibile non scontrarsi con Amazon, Ebay e i grandi mangia-profitti del web?

Sarò onesto con te: non esiste un settore che sia migliore di un altro o che il solo fatto di esserci garantisca utili.
E allora?

Te lo dico così, schietto: vendi ciò che sei

Se vuoi avere successo, i prodotti del tuo ecommerce devono rispecchiare le tue idee, i tuoi interessi, la tua filosofia. Persino il tuo stile di vita.
Se neanche tu ami ciò che vendi, nessuno lo farà. Questo è il punto.
Il visitatore noterà subito se dietro a quel sito c’è un essere umano che crede in ciò che offre.
E se così non fosse? Il tuo visitatore non sarà mai un cliente. Bye bye e fine delle trasmissioni.

Quindi… Punto 1 → Vendi ciò che sei, sii ciò che vendi

Vendi ciò che sei - IMPRIMIS ecommerce

Ok, vendi un prodotto che ami: ora devi farlo piacere. Ma come?
C’è una parola magica ed è… credibilità

Più sarai credibile, più avrai successo. Come puoi vendere corsi d’inglese se non sei mai uscito dall’Italia? Come potresti parlare di moto se non hai mai avuto nemmeno un vespino?
Ipotizziamo che tu voglia commercializzare accessori per la cura del cavallo. Risulteresti credibile se non ne avessi mai accudito uno? Qualcuno si convincerebbe ad acquistare da te fidandosi soltanto della tua parola? Ehmm, no.
Le difficoltà che avrai nel trattare argomenti a te estranei prima o poi verranno a galla e il tuo potenziale cliente vedrà in te l’ennesimo commerciante di fumo.

Ricorda: il tuo cliente non vuole un freddo venditore, per quello c’è Amazon.
Vuole un appassionato che ami l’argomento proprio come lui. E quello devi essere tu.

Quindi… Punto 2 → Devi essere credibile

Ora che il tuo visitatore crede in te, migliora il contesto, dai al tuo prodotto un’ambientazione.
Tornando all’esempio precedente, potresti inserire nel tuo ecommerce alcune foto mentre accudisci il tuo cavallo con i prodotti presenti nel tuo ecommerce. Avrai trasmesso fiducia, perché anche tu, che hai a cuore la salute dell’animale, utilizzi quei prodotti che stai vendendo.
Un bel circolo virtuoso, non trovi?

Se mostri un prodotto nella tua quotidianità, più facilmente entrerà nella vita del tuo visitatore

Quindi… Punto 3 → Dai il buon esempio: mostra i tuoi prodotti in “vita”

Differenziati da Amazon - IMPRIMIS ecommerce

Ed Amazon? Ti ucciderà Amazon?
Vediamo un po’:

1. Hai un prodotto che ami

2. Riesci a trasmettere la tua passione

3. Sei credibile

4. Hai una nicchia interessata

In questi termini è dura anche per lui.

Ricordalo nella tua strategia di business: di là dal tuo sito c’è una persona.
Trasmettigli la tua stessa passione ed anche lei amerà il tuo prodotto.

Proprio come te.


Scrivi un commento all'articolo

avatar
  Subscribe  
Notificami