Comunicazione > E-commerce

Tag:, ,

Ecommerce: scegli bene la tua nicchia

In un precedente articolo abbiamo parlato di cosa vendere in un ecommerce, accennando all’importanza di cercare una nicchia interessata ai tuoi prodotti.
Qualche giorno fa, alla ricerca dei regali di Natale mi imbatto in un sito che vende al contempo prodotti per “il fai da te”, per la cura della persona e gioielli.

Un po’ troppo, non trovi?

Avere un catalogo generico, non è la scelta migliore.
Soprattutto se hai un budget risicato, più ampio sarà il catalogo più elevati saranno i costi di gestione, promozione e manutenzione.

Immagina così quanto lavoro sia necessario per avere immagini accattivanti, descrizioni esaustive e titoli chiari. Il tutto per migliaia di prodotti. Credimi, un lavoro immane.

E poi sei nel terreno di Amazon che, come ben sai, non si batte con le sue armi.

Non puoi vendere tutto: tu non sei Amazon

Concentrarsi su una nicchia è una soluzione che può darti grandi vantaggi

Una nicchia ti permette di risparmiare in termini di costi di gestione e di investimenti per il marketing e nel caso utilizzi campagne sponsorizzate, focalizzare l’attenzione su un catalogo minore può aumentare il tasso di conversione.

Analizziamo i benefici:

   1. Un pubblico più interessato al tuo prodotto

Facciamo un esempio: sei un amante del trekking e vuoi andare in montagna.
Avrai due strade:

  • acquistare da un sito che vende abbigliamento in genere
  • scegliere un ecommerce che propone abbigliamento e scarpe per escursionisti, guide ai materiali affiancate da consigli sull’utilizzo, recensioni e commenti di appassionati del settore come te.

Tu quale sceglieresti?

   2. Minor concorrenza

Il tuo sito scalerà la SERP molto più rapidamente. L’algoritmo di Google ti premierà e inoltre sosterrai minori costi di promozione e pubblicità.

   3. Dai qualcosa in più ai tuoi visitatori

Puoi creare contenuti di livello: un blog, guide all’acquisto e schede tecniche.
Puoi incrementare la fiducia dei tuoi clienti, grazie alle tue conoscenze diventerai autorevole nel settore e verrai visto come una figura competente e affidabile.

   4. Concentrati sulle passioni

Ci sono settori dove le persone non cercano a tutti costi il risparmio. Riprendendo il nostro esempio dell’appassionato di trekking, se fosse entrato nel nostro sito alla ricerca di scarpe, abbiamo l’occasione di fargli acquistare anche calzini, bastoncini e abbigliamento tecnico. Un unico ordine e sei pronto per l’escursione! Puoi puntare anche sulla personalizzazione dei prodotti.

Alcuni consigli:

   Concentrati su un prodotto e sulla sua gamma
Vuoi vendere orologi? Sii un orologiaio: conosci sia la meccanica che le varie tipologie del tuo prodotto

   Focalizzati su una fascia di visitatori
Inserisci nel tuo catalogo prodotti che si combinino tra loro alla perfezione (il precedente esempio degli amanti di trekking, ma anche appassionati di pesca, giardinaggio, cucito…)

Ho deciso, mi butto!

   Evita il “troppo di nicchia”
prodotti troppo specifici o di cui c’è scarsa necessità. Se interessano a pochissime persone rischi di non avere richieste.
Google Trend ti può aiutare perché permette di studiare l’andamento di una ricerca nel tempo. La query non viene cercata? Probabilmente non è una nicchia redditizia come pensavi.

   Evita il “poco di nicchia”
puoi analizzare i concorrenti e la quantità di ricerche mensili tramite tool come SemRush o SeoZoom dove scoprire le keyword che hanno il miglior potenziale.
Non andare a scontrarti con Amazon: ti schiaccerà.

   Non inseguire i trend del momento
ti porterà a variare il tuo catalogo molto spesso.
Snaturandoti.


Articoli correlati

Cosa potrei vendere nel mio e-commerce? Con un mercato sempre più digital è nata nell'essere umano l'esigenza (o il sogno?) di espandersi on-line. "E se apri...
Dai valore al tuo e-commerce: mostra i prodotti ne... Sono molti i motivi per cui l’e-commerce sta vivendo una lunga primavera, stabilmente in crescita da anni: comodità, s...
Foto per ecommerce: creare i contenuti multimedial... I brand internazionali, i piccoli negozi e tutti i rivenditori online che stanno tra queste due categorie hanno bisogno ...

Scrivi un commento all'articolo

avatar
  Subscribe  
Notificami